Salta al contenuto della pagina

Cosa

Il self service  "Modalità di riscossione" consente all'amministrato di segnalare come intende riscuotere lo stipendio, modificando i dati relativi alla modalità di riscossione precedentemente comunicata.

Perché

La funzionalità on-line, che può sostituire la modalità tradizionale, è stata istituita per consentire all'utente di effettuare le operazioni relative alla modifica delle modalità di accredito in modo semplice e veloce, in linea con la normativa vigente sulla semplificazione amministrativa e nel rispetto della norma sulla limitazione del contante, disponibili alla pagina "Documenti disponibili".

L'amministrato che desidera variare i dati relativi al canale prescelto per il pagamento dello stipendio e comunicati all'atto della sua immatricolazione nel sistema, attraverso il self service, può infatti indicare, in completa autonomia, le nuove informazioni per il pagamento tramite:

  • conto corrente SEPA/carta conto (c.d. prepagata o ricaricabile) SEPA compatibile
  • conto corrente SEPA estero
  • libretto postale elettronico


Utilizzando il servizio, l'utente può inoltre visualizzare l'elenco delle variazioni già presentate tramite portale, senza doversi recare presso l'ufficio competente.

Chi, quando e dove

Il self service  "Modalità di riscossione" è disponibile in qualsiasi momento per gli amministrati gestiti dal sistema NoiPA, in base al comparto di appartenenza, nella sezione "Self service" della propria area riservata.

Per utilizzare il servizio dunque è necessario:

  • disporre delle credenziali di accesso al portale NoiPA (codice fiscale e password) oppure della Carta Nazionale dei Servizi
  • se si accede con codice fiscale e password, accertarsi di:
    • essere in possesso del codice PIN (riservato e identificativo del singolo amministrato) che dovrà essere inserito per convalidare le operazioni effettuate. Per conoscere tutte le informazioni relative al codice PIN vai alla pagina "PIN"
    • avere associato all'utenza NoiPA il proprio numero di cellulare all'interno della sezione "Modifica dati personali".
    • avere a portata di mano il proprio telefono cellulare associato all'utenza NoiPA per effettuare la "Chiamata di sicurezza", chiamando il numero indicato durante la procedura di conferma;
  • se si utilizza una carta conto,  assicurarsi che sia SEPA compatibile e che non siano presenti clausole o limitazioni contrattuali per l'uso della stessa.


Maggiori informazioni sull'utilizzo del self service sono disponibili all'interno dell'area riservata.

Ulteriori informazioni

Nel sistema NoiPA è stato semplificato il processo di comunicazione della variazione dell'IBAN, in caso di accorpamento o fusioni bancarie. Grazie al "progetto Clessidra", non è necessario presentare un nuovo modello di accreditamento per comunicare la variazione dell'IBAN, la cui validità viene verificata in maniera diretta e contestuale dal sistema.
 
In particolare, nell'ambito del medesimo accordo, le banche hanno la possibilità di comunicare autonomamente al sistema NoiPA l'eventuale variazione di uno o più IBAN avvenuta in seguito ad operazioni interbancarie di accorpamento, fusione o cessione di interi istituti ovvero singoli sportelli. Si sottolinea comunque che tale operazione è lasciata alla totale discrezionalità delle singole banche, pertanto si consiglia all'utente che venga in possesso del proprio codice IBAN variato, di comunicarlo tempestivamente al sistema NoiPA, utilizzando il sopra descritto self service o attraverso il proprio ufficio responsabile.
 
Tra le modalità di riscossione dello stipendio previste dal sistema NoiPA è prevista la possibilità di scegliere l'accreditamento su "carta conto" SEPA compatibile, note come prepagate o ricaricabili, attraverso le quali ricevere lo stipendio o la pensione.
 
La SEPA, Single Euro Payments Area (Area Unica dei Pagamenti in Euro), è l'area all'interno della quale si possono effettuare operazioni di pagamento in euro verso un altro conto, sfruttando un mercato che offre degli strumenti di pagamento comuni (bonifici, addebiti diretti e carte di pagamento).
 
Sono 35 i paesi europei che fanno parte della SEPA. Per saperne di più sulle carte conto della SEPA (Area Unica dei Pagamenti in Euro) e sui paesi europei che fanno parte della SEPA clicca qui.
 
Si precisa che, per poter ricevere bonifici da parte del sistema NoiPA, utilizzando la carta conto, è necessario verificare preventivamente, presso il proprio Istituto di Credito, che la carta sia SEPA compatibile e non siano presenti clausole o limitazioni contrattuali (importo massimo previsto sul singolo bonifico o sul totale annualmente accreditabile sulla carta, etc.) tali da provocare possibili storni delle somme disposte tramite bonifico dal sistema NoiPA.

Nodo: c1f-npa-lasp00 .lr1