Salta al contenuto della pagina

Infrastruttura Informatica 

La D.S.I.I. gestisce l'infrastruttura informatica del Ministero dell'Economia delle Finanze e ha la responsabilità del sistema NoiPA e dell'interfaccia informativa dell'utente, costituito dal portale tematico NoiPA. Il sistema informatico NoiPA rappresentala lo strumento in dotazione del MEF per l'elaborazione degli stipendi di oltre un milione e mezzo di dipendenti pubblici ed è composto da una serie di applicativi gestionali: Gestione Stipendio, Gestione Accessoria, Gestione Presenze, Gestione Giuridico - Economico presenze di Sanità, Gestione Anagrafica, etc.

L'architettura del sistema, complessa ed articolata, sia per la quantità di applicazioni che la costituiscono, sia per il periodo temporale in cui è stata sviluppata, ha subito, infatti, nel corso del tempo, diverse trasformazioni in ragione dei sistemi e delle tecnologie applicative che sono state via via integrati e sviluppati in base alle necessità specifiche. 

Oggi la struttura NoiPa si presenta, pertanto, solida e collaudata e allo stesso tempo variegata e dotata di linguaggi e funzionamenti talvolta differenti; anche le competenze di cui sono dotati coloro che operano e gestiscono i sistemi NoiPA sono, perciò, diversificate e ad ampio spettro relativamente alla conoscenza dei singoli moduli applicativi, interni ed esterni al sistema, nonché alla profonda capacità di gestire le interrelazioni e i flussi di dati tra gli stessi.

Uno schema che illustra in maniera piuttosto sintetica l'architettura applicativa è il seguente:

 

 

Infrastruttura applicativa

All'interno dello schema è possibile individuare le applicazioni che compongono il sistema:

  1. "Gestione Stipendio", che rappresenta la componente - nucleo del sistema per il trattamento economico (fisso e continuativo) del personale centrale e periferico gestito (ex Spt web); gestisce i processi di elaborazione, stampa, liquidazione e distribuzione degli stipendi di circa 1,5 milioni di dipendenti pubblici ed elabora circa 450.000 tra pensioni di guerra, vittime del terrorismo e risarcimenti civili.
  2. "Gestione Accessoria", che rappresenta la componente del servizio dedicata al trattamento economico delle competenze accessorie del personale centrale e periferico gestito (ex Cedolino Unico); gestisce i processi di elaborazione ed autorizzazione dei flussi relativi ai compensi accessori da liquidare e di quelli liquidati direttamente dall'amministrazione ai fini del conguaglio fiscale e contributivo, consente di gestire l'assegnazione ai dipendenti ai centri di costo
  3. "Gestione Presenze", che rappresenta la componente del servizio dedicata al trattamento dei dati delle presenze e assenze del personale interno a ciascun Ente. Nello svolgimento del processo di rilevazione presenze si distinguono due principali insiemi di attività operative, e quindi di funzioni, che l'operatore svolge rispettivamente con cadenza quotidiana e con cadenza mensile.
  4. "Gestione giuridico - economica - presenze", che rappresenta la componente del sistema dedicata al trattamento economico e giuridico e delle presenze - assenze del personale delle aziende sanitarie gestite dal sistema; consente di gestire anche i processi dedicati al trattamento pensionistico e di fine rapporto.
  5. Gestione Anagrafica, che rappresenta la componente che permette di gestire informazioni anagrafiche e alimentare una banca dati integrata e comune alle altre componenti del sistema sovracitate, con le quali è possibile scambiare determinate informazioni che vengono poi integrate/elaborate per il colloquio con i dati per il trattamento economico, giuridico e delle presenze

Inoltre all'interno dello schema è possibile individuare lo spazio dedicato ai contenuti web, la vetrina di accesso a tutti i servizi del sistema e ai contenuti informativi pubblici: il "sito" web istituzionale di NoiPA (https://noipa.mef.gov.it/).

Il Portale NoiPA registra oltre 180.000 accessi medi giornalieri ed è in grado di sostenere un carico di poco meno di 10.000 contatti contemporanei; è organizzato in due aree: una pubblica, accessibile a tutti coloro che sono in possesso di un PC e di una connessione ad internet, ed un'area privata, accessibile ai soli dipendenti della Pubblica Amministrazione amministrati del MEF, che si autenticano con credenziali specifiche.

  • Area Pubblica, accessibile da tutti gli utenti, gestiti e non gestiti dal sistema.
  • Area Privata, accessibile dagli utenti abilitati dopo aver effettuato l'accesso attraverso a finestra di Log-in presente nell'Area Pubblica. 

Infrastruttura di sistema

L'infrastruttura a complemento dei sistemi informativi è distribuita fisicamente in più sedi interconnesse (come mostrato nello schema di cui sopra) e logicamente in più ambienti (sviluppo, collaudo, pre-esercizio ed esercizio). 

Inizialmente le sedi ove si ubicava l'infrastruttura tecnologica - Centro Elaborazione Dati (CED) erano costituite da quattro centri ma, a seguito di un complesso progetto di relocation, il centro elaborativo, il cuore pulsante, dell'intero sistema è stato concentrato, salvo alcune eccezioni, in un unico sito (immagine sottostante figura sottostante "CED Sogei"). Il progetto di accorpare i quattro CED del Ministero dell'Economia e Finanze risale al 2010, quando si studiò la fattibilità di riallocare i CED di Latina ed i tre CED di Roma in un solo sito locato nella Capitale. La necessità del progetto fu una diretta conseguenza di quanto disposto dal Decreto Legge 6 luglio 2012, n. 95, cosiddetta "Spending Review", per la quale l'unificazione dei CED avrebbe apportato sensibili vantaggi in termini di costi infrastrutturali, costi di conduzione, gestione delle risorse e - non ultimo - gestione ed implementazione dei progetti evolutivi. La `relocation', iniziata effettivamente nel 2014 e della durata complessiva di circa un anno, è comunque stata progettata in maniera trasparente per l'utenza e per i servizi erogati.

 

 

 

La struttura ha previsto, all'interno del CED centralizzato, circa quattrocento macchine, fisiche e virtuali, dedicate al Sistema NoiPA, che erogano una potenza di calcolo tale da garantire l'emissione di oltre un milione e mezzo di cedolini ogni mese.

L'infrastruttura NoiPA prevede l'utilizzo di ambienti virtualizzati: in tale ambienti, cioè, l'alta affidabilità viene demandata alla piattaforma di virtualizzazione, la quale deve essere configurata in modo da poter riattivare ciascuna parte software su una macchina fisica diversa, in modo da rendere il sistema autonomo e indipendente, in caso di indisponibilità di determinati livelli e componenti infrastrutturali (hardware).

Il Sistema NoiPA è in continua evoluzione e crescita: nei prossimi anni si stima un ulteriore aumento, sia del numero di amministrati che della capacità infrastrutturale, in coerenza con l'andamento degli ultimi due anni, che potrebbe raggiungere il 10% dell'attuale. Con tale evoluzione, questa enorme "macchina" organizzativa di cui si è dotata il MEF - DAG - DSII, infatti, richiederà competenze sempre più specializzate e sufficientemente dinamiche e un corrispondente aumento della potenza elaborativa e consentirà, allo stesso tempo, unitamente ad una migliore ottimizzazione delle risorse e al parallelo progresso tecnologico del settore ICT (Tecnologie dell'informazione e della Comunicazione), una proporzionale diminuzione dei costi di produzione e di gestione.

 

Nodo: c1f-npa-lasp02 .lr2